PuntoUno is Ready, and You? – Punto di Forza

OKwe-are-back-in-townLe porte di Associazione PuntoUno sono aperte!
Contattaci per gli Open Days dei nostri Corsi, per lo Study Camp Medie & Superiori dal 7 all’11 settembre, in preparazione al nuovo anno scolastico… and much more!

Tel. 02.37072105 – Mail: info@associazionepuntouno.net

Il Team di Associazione PuntoUno

ANPE Lombardia patrocina Associazione PuntoUno – Punto di Forza

logo ANPE

Con gioia, e con un pizzico di orgoglio, comunichiamo che l’Associazione Nazionale Pedagogisti Italiani ANPE, Sede Regione Lombardia, ha concesso il proprio patrocinio per i Workshop e i servizi che Associazione PuntoUno offre alle famiglie e ai ragazzi. ANPE promuove il ruolo e la professionalità del pedagogista come specialista dell’educazione. I nostri programmi e attività sono stati analizzati e valutati conformi agli elevati standard dell’Associazione Nazionale Pedagogisti.
Ancora più forti, grazie a questo sigillo di qualità, proseguiamo nella nostra opera al servizio di piccoli, grandi e grandissimi, per facilitare i processi di Apprendimento.

Rachele Macchi Cassia & il Team di Associazione PuntoUno

Mappe Mentali: imparare divertendosi – Punto e Accapo

OKMappa Mentale Sito

Capita spesso che bambini e ragazzi non sappiano organizzare le nozioni apprese ascoltando maestri e professori, o leggendo un testo.
Oltre alla preoccupazione di genitori e insegnanti, questo genera conoscenze poco organiche, sfilacciate, lacunose. Alcuni elementi vengono memorizzati, ma le cause, il reale perché delle cose, restano degli interrogativi insondati (e spesso insondabili). Eppure, come non ricordare che uno schema accurato e delle informazioni ben organizzate hanno salvato più di un compito in classe, o di un esame. Senza considerare quanta fatica abbiano fatto risparmiare, nel momento in cui si affrontava il “ripassone” di interi capitoli.

E quando, alle otto di sera, nel pieno marasma che precede una verifica, il genitore chiede: “Ma perché non hai fatto uno schema di quello che hai letto?”, per tutta risposta ci si sente dire: “È faticoso”, “Non so da che parte cominciare”, “Sottolineo tutto e buonanotte”, “Mi perdo”.
Sintetizzare efficacemente, riuscire a cogliere il punto, individuare parole e concetti chiave non è un talento innato. In certi casi, in particolare per chi ha difficoltà con la lettura e la scrittura come i ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento, può essere un’impresa realmente scoraggiante.
Per fortuna, esiste uno strumento molto valido e, diciamolo pure ai nostri figli, persino divertente, alla portata di tutti. Sono le Mappe Mentali, che aiutano nell’organizzazione delle informazioni, nella concentrazione e nella memorizzazione grazie all’utilizzo di immagini, disegni e colori.

Il Neurone insegna
Le Mappe Mentali rientrano nella categoria delle Mappe Creative, nascono dagli studi dello psicologo inglese Tony Buzan, che nel 1960 ha lavorato su strumenti che potessero contrastare lo studio mnemonico degli studenti.
Le ricerche di Buzan l’hanno condotto all’individuazione di una modalità che permette di rappresentare le informazioni e le idee coinvolgendo sia le funzionalità logico-razionali (per cui è dominante l’emisfero sinistro del cervello), sia quelle creative (emisfero destro).
Una Mappa Mentale consiste in un diagramma all’interno del quale i concetti vengono presentati in forma grafica. L’idea principale si trova al centro dello schema, mentre le informazioni e i dettagli d’approfondimento vengono legati secondo una geometria radiante. La sua struttura ha la forma di un neurone, proprio perché vuole mostrare le relazioni tra gli elementi così come avviene tra le cellule nervose.

Neurone-Mappa

Rispetto ad altre modalità di rappresentazione, le Mappe Mentali si caratterizzano per l’enfasi posta:

  • sull’associazione delle informazioni;
  • sull’uso di elementi d’impatto percettivo, come i colori, le immagini e i disegni, che stimolano la creatività di chi costruisce le Mappe e catturano l’attenzione di chi le legge.

Vedere per capire
La maggior parte degli studenti ha bisogno anche di vedere le informazioni per capirle meglio, e le ricorda con maggiore facilità quando sono associate alle immagini. Le Mappe Mentali si basano proprio su questo Visual Thinking, Pensiero Visivo, e possono essere impiegate per studiare sui libri e per rielaborare le lezioni ascoltate in aula perché:

  • permettono di richiamare facilmente le informazioni;
  • aiutano a fare brainstorming e a esplorare un’idea;
  • facilitano la comprensione e relazione, e connettono idee e concetti;
    aiutano a prendere nota;
  • rendono più facile organizzare le idee e i concetti.

Per imparare a creare e a usare le Mappe Mentali, Associazione PuntoUno propone agli studenti dagli 8 ai 24 anni un percorso di 5 incontri +1 di Follow Up. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

Rachele & Il Team di Associazione PuntoUno

Il Circus della Fantasia è in via Faruffini – Punto per Punto

Campus bimbi Circus e English

L’English & Circus Club, la proposta di ozio (operoso) estivo firmata Associazione PuntoUno, è arrivato in città. Ecco la prima cronaca a caldo (e non è un modo di dire), direttamente dalla penna dei giovani e instancabili partecipanti al Summer Group 2014:

Appena arrivati, ci siamo presentati, poi abbiamo pensato a cosa c’è nel nostro circo, abbiamo messo insieme le idee e le abbiamo disegnate su un telo bianco.
Abbiamo iniziato a colorarlo, dopo di che abbiamo fatto merenda e abbiamo cantato e suonato in inglese.
Abbiamo fatto un po’ di rilassamento, dopo abbiamo mangiato e realizzato delle palline da giocoliere, con dei palloncini ripieni di sale.
In seguito, ci siamo inventati delle storielle e le abbiamo raccontate ai compagni. Più tardi ci siamo divisi in due squadre: Nutella e Marmellata. Abbiamo inventato degli spettacoli comici o delle prese in giro delle pubblicità.
Abbiamo fatto merenda e siamo andati a casa.

Carlotta, Federico, Anna, Amelia, Karuna, Teodora, Gabriele e Claudia

Compiti ed Estate, il tocco di PuntoUno sul CorSera – Punto e Accapo

Articolo Campus Corriere

Venerdì 6 giugno chiama in Associazione PuntoUno una giornalista del Corriere della Sera e ci pone qualche domanda sulle nostre proposte estive riguardo i Compiti delle Vacanze.
Siamo ben lieti di raccontare a Marta Ghezzi quali siano i nostri pensieri in proposito e cosa organizziamo nel corso dell’anno e durante l’estate.
Come sempre, confrontarsi con un esterno permette di misurare i propri pensieri e le proprie proposte. Ci ritroviamo a esporre l’impostazione dell’Officina dei Compiti, che da settembre a giugno tiene impegnati i ragazzi delle scuole medie attraverso attività di accompagnamento allo Studio Consapevole e di acquisizione di un Metodo di Studio.
Marta ci pone domande sempre più precise. Rispondiamo sottolineando che lo studio non deve essere necessariamente fatica, che a noi piace abbinarlo a momenti piacevoli di condivisione, socializzazione e confronto e, perché no, di divertimento. Suggerimenti di Edutainment, approfondimenti e stimoli per la curiosità portano i ragazzi ad apprendere con gioia.Illustriamo alla giornalista le giornate estive (9-13 giugno e 8-13 settembre) durante le quali inseriamo, tra racconti in inglese e attività circensi, qualche momento dedicato allo studio. I compiti estivi vanno affrontati come allenamento, per mantenere in movimento la mente, per proseguire nell’approfondimento di quanto è stato affrontato a scuola, magari inserendolo in ambiti differenti quali una mostra, una lettura particolare, la visita a un monumento di cui i ragazzi avevano visto solo una foto sul libro di storia dell’arte.
Presentiamo a Marta anche le giornate estive dedicate esclusivamente ai bambini dagli 8 agli 11 anni con Disturbi Specifici dell’Apprendimento, “DSA|si gioca sul serio” che si terranno dal 23 al 27 giugno e dal 30 giugno al 4 luglio. Mezza giornata di Preparazione compiti con l’impiego di strumenti compensativi e l’assistenza di personale specializzato, Gioco per rafforzare l’autostima e migliorare la correttezza e la fluidità nella lettura e attività di Riequilibrio Energetico per aumentare la concentrazione e l’apprendimento, come sperimentato durante l’anno con i gruppi Elastikids.

Per saperne di più: info@associazionepuntouno.net o tel. 02.37072105

Per leggere l’articolo apparso sul Corriere della Sera e sul Corriere della Sera Online clicca qui

Rachele e il Team di Associazione PuntoUno

Vacanze scolastiche? (E)state in PuntoUno! – Punto di Forza

Bimbo Bolle di Sapone

La scuola è finita e inizia l’ozio (operoso) estivo.
Per trascorrere le giornate all’insegna dell’accoglienza e del divertimento, vi ricordiamo le proposte di Associazione PuntoUno:

SUMMER GROUP 2014 – ENGLISH & CIRCUS CLUB
Scegli se divertirti insieme a noi per l’intera giornata o mezza giornata, con: English labavventure, racconti, teatro, circus e compiti quanto basta!

Clicca qui per scaricare il programma del Summer Group 2014

Per saperne di più
Quando: 9-13 giugno / 8-12 settembre
Ora: 08:30 – 16:30
Dove: Via Faruffini 6 – MM1 De Angeli
Per Info, Costi & Prenotazione: info@associazionepuntouno.net o
tel. 02.37072105

 

DSA SUMMER GROUP 2014 – ELASTIKIDS (8‐11 ANNI)
Per affrontare nuove avventure, il nostro Elastikids Summer Group apre le porte ai bambini con DSA dagli 8 agli 11 anni.
Insieme, faremo i compiti con l’impiego di strumenti compensativi e l’assistenza di personale specializzato.
Giocheremo per rafforzare l’autostima e migliorare la correttezza e la fluidità nella lettura. E ci dedicheremo al Riequilibrio Energetico per aumentare la concentrazione e favorire l’apprendimento.

Clicca qui per scaricare il volantino.

Per saperne di più
Quando: 23-27 giugno / 30 giugno-4 luglio
Ora: 09:00 – 12:30
Dove: Via Faruffini 6 – MM1 De Angeli
Per Info, Costi & Prenotazione: info@associazionepuntouno.net o
tel. 02.37072105

Il Team di Associazione PuntoUno