Creatività e Apprendimento: forse non sapevi che…

Magic Study Mondays 20 e 27 maggio 2019 Associazione PuntoUno

“La Creatività è l’Intelligenza che si diverte”, diceva Albert Einstein.

E aveva ragione! Ma, cari Genitori Straordinari, c’è molto di più che dobbiamo sapere… sì, perché Creatività e Apprendimento sono strettamente correlati fra loro.

La Creatività permette di creare associazioni mentali utili nello studio e nella risoluzione dei problemi. Perché è la capacità, per dirla in maniera semplice, di unire due cose che di primo impatto non hanno niente a che vedere l’una con l’altra.

Immaginazione e creatività sono innate nei bambini e in molti ragazzi… poi, pian pianino, si perdono. E questo accade perché la nostra società insegna ai bambini a “colorare nei margini”, a seguire le regole, a sentirsi “sbagliati” se non fanno le cose secondo impostazioni rigide e precostituite.

Terribile, vero?

CREATIVITÀ E APPRENDIMENTO

Creatività e Apprendimento – la natura ci vuole fantasiosi e creativi!

Se i bambini nascono con una forte propensione all’immaginazione e alla creatività significa che la natura ci “vuole così”!

Come avrebbe fatto l’uomo a evolversi e sopravvivere se non si fosse ingegnato? Come avrebbe potuto sviluppare gioia di vivere se non avesse cercato di realizzare sogni e aspirazioni?

Creatività e Apprendimento sono, infatti, sorelle dell’immaginazione e insieme sprigionano una forza creativa e positiva che molti adulti hanno dimenticato.

Prigionieri degli schemi mentali

Solo chi allena la propria capacità creativa riesce a uscire dai propri schemi mentali e a risolvere – anche in maniera semplice – situazioni a prima vista complesse.

Se sproni tuo figlio ad assecondare la sua forza mentale creatrice, scoprirai che:

  • migliorerà il suo umore;
  • si sentirà più rilassato;
  • crederà di più in se stesso (anche perché le persone creative sono solitamente viste come carismatiche);
  • saprà risolvere più facilmente i problemi e affrontare con fiducia le situazioni stressanti.

In conclusione, tuo figlio otterrà sicuramente un giovamento e imparerà a usare questo dono a suo vantaggio in ogni fase della vita!

Per aiutare gli studenti tra gli 8 e i 13 anni a usare la creatività per apprendere in maniera più efficace, attiva e significativa esistono 2 strumenti speciali: Mappe Mentali e Tecniche di Memoria.

Padroneggiare questi due strumenti permette ai nostri figli di:

  • imparare in meno tempo;
  • divertirsi di più;
  • vivere lo studio e i compiti con più coinvolgimento.

Ecco perché in Associazione PuntoUno abbiamo creato gli speciali:

MAGIC STUDY MONDAYS

LUNEDÌ 20 MAGGIO 2019

MAPPE MENTALI

8-10 anni – ore 17.00 – 18.15
11-13 anni – ore 15.15 – 16.30

LUNEDÌ 27 MAGGIO 2019

TECNICHE DI MEMORIA

8-10 anni – ore 17.00 – 18.15
11-13 anni – ore 15.15 – 16.30

Dove?: In via Faruffini 6, a Milano, MM1 De Angeli.

Costo: Ogni appuntamento costa 15 euro + 10 euro Tessera Associativa Annuale.

PS: Non serve portare i libri di scuola ma solo una buona dose di fantasia e la merenda da mangiare in compagnia.

PRENOTA scrivendo a: info@associazionepuntouno.net

E State Attiva Mente, lo Study Camp che fa esplodere i talenti nello studio – Punto di Forza

Study Camp Estivo 2015

Le vacanze estive sono un ottimo momento per fermarsi e riflettere sui meccanismi con cui i nostri figli “apprendono” durante l’anno scolastico. Ne vediamo di tutti i colori: dal ripetere a “pappagallo” allo studiare per il voto, dal ripassone veloce prima della verifica allo scriversi gli appunti sulle mani. Tutto questo senza che i nostri ragazzi si chiedano: “Perché si studia?”, “Come posso farlo nel modo migliore?” e, soprattutto nei periodi di vacanza, “Come posso gestire i compiti nel giusto equilibrio tra allenamento e svago?”.

Associazione PuntoUno organizza il primo Study Camp|E State Attiva Mente, dedicato ai giovani studenti dai 10 anni in su che abbiano voglia di mettersi in gioco per imparare a studiare meglio. Nel corso dello Study Camp|E State Attiva Mente, previsto dal 15 al 19 Giugno e dal 7 all’11 Settembre 2015, i ragazzi impareranno a usare 3 strumenti d’immediata operatività per raggiungere il successo scolastico e diventare protagonisti del proprio apprendimento:

• Mappe (Concettuali e Mentali)
• Public Speaking
• Esercizi Brain Gym®

Lo Study Camp|E State Attiva Mente verrà presentato agli interessati giovedì 30 aprile 2015 dalle 20.30 alle 21.30, presso la nostra sede di Via Faruffini 6 (MM1 De Angeli). È richiesta la prenotazione.
Chi si iscriverà allo Study Camp nel corso della serata di presentazione, riceverà uno sconto del 10% sulla quota di partecipazione.

Nel frattempo, dai un’occhiata al nostro sito per scoprire gli strumenti, la durata e gli orari dello Study Camp|E State Attiva Mente cliccando qui.

Per Info, Iscrizioni e Costi – Email: info@associazionepuntouno.net o Tel. 02-37072105

Il Team di Associazione PuntoUno

Mappe Mentali: imparare divertendosi – Punto e Accapo

OKMappa Mentale Sito

Capita spesso che bambini e ragazzi non sappiano organizzare le nozioni apprese ascoltando maestri e professori, o leggendo un testo.
Oltre alla preoccupazione di genitori e insegnanti, questo genera conoscenze poco organiche, sfilacciate, lacunose. Alcuni elementi vengono memorizzati, ma le cause, il reale perché delle cose, restano degli interrogativi insondati (e spesso insondabili). Eppure, come non ricordare che uno schema accurato e delle informazioni ben organizzate hanno salvato più di un compito in classe, o di un esame. Senza considerare quanta fatica abbiano fatto risparmiare, nel momento in cui si affrontava il “ripassone” di interi capitoli.

E quando, alle otto di sera, nel pieno marasma che precede una verifica, il genitore chiede: “Ma perché non hai fatto uno schema di quello che hai letto?”, per tutta risposta ci si sente dire: “È faticoso”, “Non so da che parte cominciare”, “Sottolineo tutto e buonanotte”, “Mi perdo”.
Sintetizzare efficacemente, riuscire a cogliere il punto, individuare parole e concetti chiave non è un talento innato. In certi casi, in particolare per chi ha difficoltà con la lettura e la scrittura come i ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento, può essere un’impresa realmente scoraggiante.
Per fortuna, esiste uno strumento molto valido e, diciamolo pure ai nostri figli, persino divertente, alla portata di tutti. Sono le Mappe Mentali, che aiutano nell’organizzazione delle informazioni, nella concentrazione e nella memorizzazione grazie all’utilizzo di immagini, disegni e colori.

Il Neurone insegna
Le Mappe Mentali rientrano nella categoria delle Mappe Creative, nascono dagli studi dello psicologo inglese Tony Buzan, che nel 1960 ha lavorato su strumenti che potessero contrastare lo studio mnemonico degli studenti.
Le ricerche di Buzan l’hanno condotto all’individuazione di una modalità che permette di rappresentare le informazioni e le idee coinvolgendo sia le funzionalità logico-razionali (per cui è dominante l’emisfero sinistro del cervello), sia quelle creative (emisfero destro).
Una Mappa Mentale consiste in un diagramma all’interno del quale i concetti vengono presentati in forma grafica. L’idea principale si trova al centro dello schema, mentre le informazioni e i dettagli d’approfondimento vengono legati secondo una geometria radiante. La sua struttura ha la forma di un neurone, proprio perché vuole mostrare le relazioni tra gli elementi così come avviene tra le cellule nervose.

Neurone-Mappa

Rispetto ad altre modalità di rappresentazione, le Mappe Mentali si caratterizzano per l’enfasi posta:

  • sull’associazione delle informazioni;
  • sull’uso di elementi d’impatto percettivo, come i colori, le immagini e i disegni, che stimolano la creatività di chi costruisce le Mappe e catturano l’attenzione di chi le legge.

Vedere per capire
La maggior parte degli studenti ha bisogno anche di vedere le informazioni per capirle meglio, e le ricorda con maggiore facilità quando sono associate alle immagini. Le Mappe Mentali si basano proprio su questo Visual Thinking, Pensiero Visivo, e possono essere impiegate per studiare sui libri e per rielaborare le lezioni ascoltate in aula perché:

  • permettono di richiamare facilmente le informazioni;
  • aiutano a fare brainstorming e a esplorare un’idea;
  • facilitano la comprensione e relazione, e connettono idee e concetti;
    aiutano a prendere nota;
  • rendono più facile organizzare le idee e i concetti.

Per imparare a creare e a usare le Mappe Mentali, Associazione PuntoUno propone agli studenti dagli 8 ai 24 anni un percorso di 5 incontri +1 di Follow Up. Se vuoi saperne di più, clicca qui.

Rachele & Il Team di Associazione PuntoUno

Natale si avvicina, 4 proposte per evitare lo stress – Punto di Forza

LabNatalizi

Con l’approssimarsi delle festività natalizie, stare in equilibrio tra ritmi ordinari e straordinari non è sempre facile. Ci piace pensare ad Associazione PuntoUno come a un luogo dove incontrarsi per condividere piccoli riti familiari e momenti di tranquillità. Ecco, quindi, un piccolo assaggio delle nostre proposte anti-stress per i mesi di novembre e dicembre:

Laboratori Natalizi: Il Venerdì pomeriggio, dalle 17:00 alle 18:30, i bambini dai 3 ai 10 anni si dedicano al Merend’Arte: attività creative e costruttive, ideando e realizzando ghirlande e addobbi, preparando speciali biglietti d’auguri e regalini, mentre gli adulti si occupano delle spese natalizie.
Date: 14/21/28 Novembre, 5/12/19 Dicembre.
Per info e prezzi: 02. 37072105 o e-mail info@associazionepuntouno.net

English for Traveller: Il Venerdì mattina, dalle dalle 10:00 alle 11:00, 6 incontri per prepararsi ai prossimi viaggi all’estero.
Date: 14/21/28 Novembre, 5/12/19 Dicembre.
Per info e prezzi: 02. 37072105 o e-mail info@associazionepuntouno.net

Week-end di Cucina: Domenica 30 Novembre, dalle 15:00 alle 16:30, la nostra mitica chef Sonia aspetta genitori e bimbi dai 4 anni in su, per preparare insieme i deliziosi biscottini al cocco Ghoriba.
Sabato 20 Dicembre, dalle 10:30 alle 12:00, sarà invece la volta dei bambini dai 6 anni in su, impegnati nella realizzazione dell’Alberello di Natale Goloso.
Per info e prezzi: 02. 37072105 o e-mail info@associazionepuntouno.net

Gestione dello Stress: Un corso destinato alle Aziende, per gestire lo stress e promuovere il Benessere in ufficio grazie a tecniche di Riequilibrio Energetico.
Per info e prezzi: 02. 37072105 o e-mail info@associazionepuntouno.net

Il Team di Associazione PuntoUno

Piccoli Cuochi, obiettivo Autonomia! – Punto e Accapo

Piccoli Cuochi 2014

L’autonomia è uno dei traguardi educativi principali per i bambini. Ogni genitore ne tiene conto anche se, in alcuni momenti, capita di non sapere come insegnarla.
Guardando alla vita di tutti i giorni, siamo ben consci del fatto che i figli passano in un baleno dal versarsi l’acqua nel bicchiere al tagliare la carne, al tornare a casa da soli.
Il livello di autonomia cambia nelle diverse fasi di crescita.

Autonomia nel vestirsi, nel mangiare, nella gestione dei compiti, nell’organizzazione del proprio materiale e nel riordino dei propri spazi: è una competenza che interessa la sfera pratica ma ha importanti ricadute su quella emotiva, consolidando le esperienze e l’autostima.
Sta a noi, madri e padri, mostrare ai nostri figli le regole e lasciare che sperimentino.
È necessario spiegare a bambini e ragazzi le azioni corrette da compiere “tagliando l’elefante in hamburger”, ossia dividendole in passaggi facilmente assimilabili. Per i più grandicelli, per esempio, si pensi a preparare una lista con i materiali da avere in cartella, oppure con ciò che va messo nella valigia prima di una partenza.

Autonomia ai fornelli
I bambini nella fascia d’età dai 6 ai 10 anni, dal canto loro, possono partecipare con grande soddisfazione alla preparazione del pranzo o della cena, che diventa un momento educativo di scambio e condivisione.
Quanto devo far bollire la pasta? Quanto sale ci metto? Quale menu? Fino al fatidico: “Mamma, questa sera alla cena ci penso io!”
A 11 anni, quando poi andranno alle medie, conosceranno già gli elementi fondamentali e le regole di sicurezza per stare in cucina e prepararsi il pranzo.
Il laboratorio di cucina Piccoli Cuochi di Associazione PuntoUno, oltre a favorire la creatività e l’espressione di sé, educa alla pazienza, alla responsabilità e all’autonomia attraverso passaggi strutturati e al contempo familiari, come seguire una ricetta e attendere la cottura di un piatto. Inoltre, rinforza ogni tappa con un successo immediatamente percepibile dal bambino: un invitante primo piatto o un dessert goloso e colorato.
L’autonomia è un obiettivo importante, e in Associazione PuntoUno facciamo in modo che sia anche dolce!

Piccoli Cuochi – Corso di Cucina
Programma à la carte

4 lezioni per un Menu semplice
9 ottobre: Buttiamo la pasta – i bambini imparano le regole fondamentali per una perfetta cottura della pasta, come scolarla senza il rischio di scottarsi, come condirla con un condimento semplice ma appetitoso.

23 ottobre: Le uova e le sue varianti – i bambini imparano a cucinare le uova in tre diverse varianti: sode, strapazzate e all’occhio di bue.

6 novembre: Verdure golose – i bambini imparano a pulire e tagliare verdure quali carote, patate, zucchine, e a cucinarle per un contorno goloso.

20 novembre: Biscottini chiudi pasto – da un’antica ricetta marocchina, i bambini imparano come creare dei biscotti di facile realizzazione e dall’ottimo sapore.

Aiuto a preparare la tavola di Natale
4 dicembre: Stuzzichini per un aperitivo easy-chic – i bambini imparano a realizzare stuzzichini semplici e di grande effetto.

18 dicembre: La tavola perfetta – i bambini imparano le regole base per apparecchiare la tavola e per creare delle decorazioni a tema.

Le basi della cucina
15 gennaio: La Pasta Fresca – i bambini imparano a preparare, in assoluta autonomia, l’impasto della pasta fresca e apprendono come utilizzarlo per realizzare tagliatelle, lasagne e ravioli.

29 gennaio: Focaccia e Pizza – i bambini preparano, in assoluta autonomia, la pasta di pane e pizza e apprendono come utilizzarla per realizzare focaccia e pizza.

12 febbraio: Le polpette – i bambini scoprono come preparare e cucinare delle morbide e saporite polpette di carne.

26 febbraio: Salsa besciamella e maionese – i bambini apprendono trucchi e segreti per preparare una salsa besciamella da leccarsi baffi e una maionese facile e leggera.

Pasqua ghiotta
12 marzo: La Torta Pasqualina – i bambini imparano le basi della pasta brisé e apprendono come utilizzarla per realizzare una torta salata ideale da portare in tavola nel giorno di Pasqua o come simpatica idea per il pic-nic di Pasquetta.

26 marzo: La Pastiera Napoletana – i bambini imparano le basi della pasta frolla e apprendono come utilizzarla per realizzare uno dei dolci tipici del nostro Paese.

Oggi scegliamo noi
9 – 23 Aprile e 7 Maggio: Ai bambini verrà chiesto di compilare una lista di ingredienti, in base alla quale la cuoca fornirà varie proposte di pietanze da realizzare; poi, si deciderà insieme il menu per ogni singola lezione.

Il libro delle mie ricette
21 Maggio: la lezione sarà dedicata interamente alla creazione di un vero ricettario.

Il Team di Associazione PuntoUno

Fiabe in Musica, un sabato sera per tutta la famiglia – Punto per Punto

Fuoco Danzante

Che bella serata!
Di solito sono scettica e non mi lascio coinvolgere con facilità nelle
proposte un po’ alternative delle mie colleghe. Questa volta, però, ho voluto esserci.
È un sabato di poggia, nel tardo pomeriggio. L’incontro in Associazione PuntoUno è aperto alle famiglie con bambini di ogni età.
Quando arrivo nella sede di via Martinetti 28, con Jacopo e Caterina, trovo una bella atmosfera ad accoglierci. Tanti bambini attendono che qualcosa succeda, poi c’è Luz con i suoi strani strumenti musicali.
La serata si accende e veniamo cullati dalle calde note di un piccolo flauto, lungo poco più di 10 centimetri. Le parole di Luz ci accompagnano attraverso le avventure del piccolo Caio, del Re e dei Taliti, mostriciattoli che vivono rintanati su un’isola in mezzo al mare. Parole e suoni s’intrecciano perfettamente in una trama fantastica.
I bambini ascoltano affascinati: si sdraiano sui tappeti e sui cuscini, cercando la posizione più comoda per godere al massimo di questo magico momento.
Gli adulti sorridono, rilassati e divertiti dalle novelle inventate da Luz. Ascoltare
qualcuno che narra una fiaba è un bellissimo regalo. Riaccende il ricordo dei racconti della buonanotte scanditi dalla voce della mamma e della nonna.
I canti si susseguono, gli strumenti si alternano, un bimbo si alza e balla, completamente
immerso nelle immagini create dalle canzoni di Luz.
Altre parole, altre emozioni: è la volta della simpatica tartaruga che impiega sei mesi a raggiungere la casa della strega, per farsi dire la parola magica che permetterà a tutti gli animali di assaggiare i frutti dell’albero magico.
Ci crogioliamo ancora un po’ in questa piacevole atmosfera, condividiamo l’unicità dell’esperienza, mangiamo qualcosa e conosciamo chi viene in Associazione PuntoUno per la prima volta. Una mamma si avvicina dicendo che è come se, questa sera, avesse trovato una perla in un’ostrica. Ha ragione: è un momento prezioso.
E l’incantesimo non si spezza. Mentre scrivo queste righe, mio figlio ascolta il CD delle canzoni di Luz, canta con sua sorella e dice al suo papà: “Se fossi venuto anche tu, ti sarebbe piaciuto molto”.

Rachele & il Team di Associazione PuntoUno