Il Massaggio infantile, un piacere naturale – Punto per Punto

Bimbo che dorme

La mia bimba ha poco più di 2 anni e, dopo tanto tempo, oggi pomeriggio le ho riproposto il Massaggio AIMI.
Non voleva saperne di dormire. Sul lettone l’attendevano i suoi pupazzi preferiti, ma niente: lei se ne stava ben distante e mi osservava con lo sguardo furbetto di chi ha sonno ma non intende mollare. In quel momento, mi si è accesa la lampadina e ho ricordato i suoi primi mesi di vita, quando il nostro rituale serale pre-nanna prevedeva un bel massaggio con tanto di olio e musichina di sottofondo. Allora, le ho chiesto se mi aiutava a massaggiare i bambolotti, come facevo con lei quando era più piccola. L’espediente ha funzionato: è arrivata al mio fianco e ha rilanciato, proponendosi al posto dei suoi amichetti di stoffa.
Ho iniziato dalle gambe, mi sono spostata con sicurezza attraverso il corpo per arrivare al viso. Qui mi sono soffermata, notando come cambiava la frequenza del respiro della piccola. Si è rilassata e, in un attimo, si è abbandonata tra le braccia di Morfeo. Questa volta non c’era la musica di sottofondo: le cantavo la ninna nanna dell’AIMI e lei mi accompagnava… la ricordava ancora. In fin dei conti, è passato un annetto, ma l’ha ascoltata molto.
Che bei ricordi e quante emozioni può risvegliare un massaggio.

Loredana & il Team di Associazione PuntoUno

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...