Punto e accapo – Ancora a piedi nudi nella Reflessologia Plantare

reflessologia plantare 2

Un paio di settimane fa, insieme alla nostra Claudia, ci eravamo lasciati con la promessa di andare più a fondo sull’argomento Reflessologia Plantare. Se vi siete persi la prima parte dell’intervista, cliccate qui.

Ci hai detto che i piedi riflettono la persona, e che la Reflessologia Plantare utilizza la corrispondenza tra i punti del piede e gli organi del nostro corpo. Quindi se, per esempio, una persona ha un problema al fegato, tu cosa fai? Quale “punto riflesso” vai a premere?
Sai, il punto riflesso del fegato si trova sul piede destro, essendo un viscere posizionato nella parte destra del nostro corpo. Esattamente sotto il quarto dito ci sono due punti molto vicini: uno è il fegato emotivo, e può essere dolente se tratteniamo la collera; l’altro è fisicamente corrispondente al fegato che fa male per il problema presente. Si stimolano entrambi, per aiutare la persona ad ascoltarsi e per portarla a un equilibrio fisico, emotivo ed energetico.

Questo in un adulto, ma per un bambino vale la stessa cosa? Che beneficio può portargli la Reflessologia?
Per il bambino è lo stesso: si trattano i due punti del fegato, sempre sotto il quarto dito. La Reflessologia ha dato prova di grande efficacia con i bambini che presentano segni di vari malesseri. Anzi, è molto utile proprio per i malanni più comuni che colpiscono i piccoli, i quali, avendo un’energia vitale elevata, rispondono in modo più immediato a questa tecnica di massaggio. Nei bambini iperattivi, la stimolazione del fegato aiuta a trovare tranquillità.

Quindi, la Reflessologia Plantare è utile per i bambini?
La mia esperienza di reflessologa e di mamma mi porta a pensare che ogni genitore dovrebbe conoscere i benefici effetti della Reflessologia sui bambini e, possibilmente, applicarla ai propri figli. Il contatto fisico stabilito da una madre occupa un posto speciale nel nostro cuore. Imparare ad applicare la Reflessologia al bambino significa ascoltarlo, difenderlo, stimarlo, attivare una comunicazione amorevole, favorire la via che apre il processo di autostima, rispondere al suo bisogno d’amore, aiutare la sua crescita e preservarne la salute. La Reflessologia è utilizzabile in molti modi: per alcuni offre l’opportunità di trascorrere un momento speciale insieme al proprio figlio, per altri costituisce un potenziale supporto, che aiuta a risolvere un problema.

Anche in termini di prevenzione?
Certamente. Le stimolazioni riflessogene, rappresentano un ottimo mezzo di prevenzione. Hanno la capacità di influire positivamente sull’organismo, potenziando il sistema immunitario del bambino. Il trattamento è molto valido per stimolare le difese contro i malanni di stagione che solitamente colpiscono questa fascia d’età, ed è efficace anche per diverse problematiche, tra cui: mal di pancia, stitichezza, diarrea, mal di orecchie, problemi di digestione, enuresi, insonnia, mal di gola, tosse, stanchezza e problemi emozionali legati alle paure, alla gelosia e ai cambiamenti.

Il Team di Associazione PuntoUno

2 thoughts on “Punto e accapo – Ancora a piedi nudi nella Reflessologia Plantare

  1. Pingback: Punto per Punto – A pranzo con Sushi, dopo un trattamento Reiki | Associazione PuntoUno

  2. Pingback: Punto di colore – Lunedì 2 dicembre: Una pianta d’energia sotto l’Albero dell’Avvento | Associazione PuntoUno

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...