L’Estate e l’Arte dell’Organizzazione tra gli 8 e i 16 anni

Mancano pochi giorni alla fine di questo anno scolastico intenso, fatto di sfide per i nostri figli e sfide per noi genitori.

L’estate si avvicina e tra qualche giorno sarà tempo di acquistare i “libri delle vacanze”.

Ogni studente, piccolo o grande, avrà la sua lista di compiti estivi.

Tra gli studenti delle superiori ci sarà qualcuno che, oltre i compiti delle vacanze, avrà
purtroppo un carico di lavoro in più per recuperare una o più materie ed essere ammesso a settembre alla classe successiva.

Nell’esperienza di Associazione PuntoUno abbiamo incontrato tanti approcci differenti riguardo a compiti e studio estivo:

  • 10 giorni di total relax e poi si comincia!
  • Iniziare subito è meglio!
  • Prima o poi li farò!

Ognuno di questi approcci può diventare più o meno efficace, secondo il metodo di organizzazione che i nostri figli usano o non usano.

L’estate, fatta di maggior libertà organizzativa per i nostri figli, ci offre la grande opportunità di aiutarli ancora di più a crescere nella gestione del loro tempo tra svago, passioni e “lavoro”.

L’arte di organizzarsi, fatta di strumenti per pianificare e programmare, è fondamentale per migliorare la gestione del tempo e dei propri obiettivi. Padroneggiare quest’arte permette di sentirsi soddisfatti, coinvolti e autonomi.

Le ricerche confermano che quando bambini e ragazzi imparano a:

  • pianificare i loro obiettivi;
  • stabilire un programma settimanale;
  • valutare il proprio lavoro;

sviluppano maggiore padronanza della loro vita e serenità nell’affrontare le sfide.

Quindi, dopo le prime sorsate di libertà estiva, ecco cosa fare:

  • Planner alla mano: segna insieme a tuo figlio i momenti di vera vacanza!
  • Dividete il carico di compiti estivi per le settimane e per i giorni;
  • Osservalo mentre segna sul planner le zone di lavoro;
  • Aiutalo a bilanciare il carico!

Pianifico, Programmo, Realizzo 🙂 Divertendomi di più

Insegnare ai nostri figli a pianificare, programmare, organizzarsi significa aiutarli davvero a sviluppare auto-governo, auto-determinazione, auto-valutazione, abilità fondamentali nello studio e nella vita.

Qualsiasi cosa, quando:

La condividi è un sogno • La visualizzi è eccitante • La pianifichi diventa possibile
• La programmi diventa reale

 

Annunci

Creatività e Apprendimento: forse non sapevi che…

Magic Study Mondays 20 e 27 maggio 2019 Associazione PuntoUno

“La Creatività è l’Intelligenza che si diverte”, diceva Albert Einstein.

E aveva ragione! Ma, cari Genitori Straordinari, c’è molto di più che dobbiamo sapere… sì, perché Creatività e Apprendimento sono strettamente correlati fra loro.

La Creatività permette di creare associazioni mentali utili nello studio e nella risoluzione dei problemi. Perché è la capacità, per dirla in maniera semplice, di unire due cose che di primo impatto non hanno niente a che vedere l’una con l’altra.

Immaginazione e creatività sono innate nei bambini e in molti ragazzi… poi, pian pianino, si perdono. E questo accade perché la nostra società insegna ai bambini a “colorare nei margini”, a seguire le regole, a sentirsi “sbagliati” se non fanno le cose secondo impostazioni rigide e precostituite.

Terribile, vero?

CREATIVITÀ E APPRENDIMENTO

Creatività e Apprendimento – la natura ci vuole fantasiosi e creativi!

Se i bambini nascono con una forte propensione all’immaginazione e alla creatività significa che la natura ci “vuole così”!

Come avrebbe fatto l’uomo a evolversi e sopravvivere se non si fosse ingegnato? Come avrebbe potuto sviluppare gioia di vivere se non avesse cercato di realizzare sogni e aspirazioni?

Creatività e Apprendimento sono, infatti, sorelle dell’immaginazione e insieme sprigionano una forza creativa e positiva che molti adulti hanno dimenticato.

Prigionieri degli schemi mentali

Solo chi allena la propria capacità creativa riesce a uscire dai propri schemi mentali e a risolvere – anche in maniera semplice – situazioni a prima vista complesse.

Se sproni tuo figlio ad assecondare la sua forza mentale creatrice, scoprirai che:

  • migliorerà il suo umore;
  • si sentirà più rilassato;
  • crederà di più in se stesso (anche perché le persone creative sono solitamente viste come carismatiche);
  • saprà risolvere più facilmente i problemi e affrontare con fiducia le situazioni stressanti.

In conclusione, tuo figlio otterrà sicuramente un giovamento e imparerà a usare questo dono a suo vantaggio in ogni fase della vita!

Per aiutare gli studenti tra gli 8 e i 13 anni a usare la creatività per apprendere in maniera più efficace, attiva e significativa esistono 2 strumenti speciali: Mappe Mentali e Tecniche di Memoria.

Padroneggiare questi due strumenti permette ai nostri figli di:

  • imparare in meno tempo;
  • divertirsi di più;
  • vivere lo studio e i compiti con più coinvolgimento.

Ecco perché in Associazione PuntoUno abbiamo creato gli speciali:

MAGIC STUDY MONDAYS

LUNEDÌ 20 MAGGIO 2019

MAPPE MENTALI

8-10 anni – ore 17.00 – 18.15
11-13 anni – ore 15.15 – 16.30

LUNEDÌ 27 MAGGIO 2019

TECNICHE DI MEMORIA

8-10 anni – ore 17.00 – 18.15
11-13 anni – ore 15.15 – 16.30

Dove?: In via Faruffini 6, a Milano, MM1 De Angeli.

Costo: Ogni appuntamento costa 15 euro + 10 euro Tessera Associativa Annuale.

PS: Non serve portare i libri di scuola ma solo una buona dose di fantasia e la merenda da mangiare in compagnia.

PRENOTA scrivendo a: info@associazionepuntouno.net

Mio figlio non studia: come riaccendere la sua voglia di imparare

Mio figlio non studia Associazione PuntoUno_1

Mio figlio non studia: e se non fosse tutta colpa sua?

Ti sei mai fatta/o questa domanda?

Essere genitori è l’esperienza più bella del mondo. Però non tutto è rose e fiori, anche perché tuo figlio cresce e ha problematiche diverse, quindi sarebbe bello che mamma e papà riuscissero ad affrontare il cambiamento insieme a lui/lei.

Cosa fare, per esempio, quando tuo figlio non studia o comunque porta a casa dei voti scadenti?

Sicuramente, se hai notato che tuo figlio ha dei risultati scolastici scarsi, ti stai preoccupando. Per il suo futuro, ma non solo: anche per il periodo di vita che lui o lei sta vivendo.

Magari non è sempre stato così. Forse una volta studiava e non capisci cosa sia cambiato. O magari non è mai andato bene a scuola, dunque è proprio il caso di iniziare a fare qualcosa! 😉

Se ogni volta che parli con un’amica o con un amico ti ritrovi a dire con aria preoccupata “mio figlio non studia”, sicuramente stai vivendo la situazione in maniera stressante. Ma non disperare: cerchiamo di perlustrare insieme i primi step da seguire per risolvere questa situazione, riportare serenità in famiglia e rimettere tuo figlio “in pista”.

Keep Calm Associazione PuntoUno

MIO FIGLIO NON STUDIA – ECCO LA PRIMISSIMA COSA CHE DEVI FARE

Innanzi tutto “KEEP CALM”. Sì, proprio così: porti nel giusto assetto mentale aiuterà moltissimo sia te, sia tuo figlio. Agitarsi, infatti, serve solo quando è la vita stessa a essere in pericolo. E non è questo il caso, non trovi? 😉

Parlane, quindi, con assoluta tranquillità con lui o lei: le persone esprimono molto meglio il proprio potenziale se non si sentono messe al muro e, purtroppo, è questo il principale errore che tanti genitori commettono. Parole come “è tuo dovere”, “DEVI studiare”, “MA GUARDA COME SEI PIGRO!” uccidono l’autostima e la voglia di imparare.

LA PIGRIZIA NON ESISTE

Mia cara mamma, mio caro papà… insomma, cari genitori… dovete sapere che non esistono persone pigre. “Ma come?”, direte voi. Eppure è proprio così!

Conosci il detto:

“La pigrizia non esiste, esiste soltanto la mancanza di amore in ciò che si fa”?

Volenti o nolenti, le persone agiscono in base a priorità dettate dal bisogno e dall’amore. Molti studenti vivono l’esperienza scolastica con paura. Paura di un brutto voto, dell’ira dei genitori e dell’insegnante. Peccato che la risposta del cervello a situazioni sgradevoli, spesso e volentieri, sia una sola: LA FUGA!

Ecco perché quella che scambi per pura “pigrizia”, in realtà potrebbe essere solo una fuga da una gabbia fatta di doveri, sensi di colpa e frustrazione.

Tuo figlio non deve sentirsi un prigioniero!

Spesso tutto questo accade perché agli studenti mancano gli strumenti giusti e aggiornati per affrontare studio e compiti con coinvolgimento, competenza e soddisfazione.

Ecco di seguito come puoi approcciarti a lui o lei per riaccendere la sua curiosità e, soprattutto, il suo amore verso lo studio. Tieni presente che questi sono i primi, importantissimi step.

  1. Ricordati: respira, mantieni la calma e un atteggiamento positivo e di fiducia. I nostri figli assorbono come spugne le nostre emozioni. Se tu sei in stress, nervoso/a, sfiduciato/a nei suoi confronti è sicuro che la comunicazione non andrà a buon fine.
  2. Prima di fare “un interrogatorio” sulla sua giornata, raccontagli tu la tua.
  3. Quando parli della scuola (che non deve essere l’unico argomento) cerca di capire il suo punto di vista e le sue emozioni: cosa gli piace? Cosa non gli piace? Quali sono le materie che gradisce e quali no? Apprezza il modo di spiegare dell’insegnante? Perché trova una materia noiosa oppure bellissima? Cosa lo affatica o lo impaurisce di più a scuola e a casa quando studia?
  4. Assicurati che conosca i suoi punti di forza e abbia gli strumenti giusti e aggiornati per sviluppare le sue migliori strategie di successo.

Ogni bel cambiamento necessita di un impegno costante, di cure e attenzioni. Specialmente nell’età evolutiva, quando tutto è in costante mutamento. È il tempo della semina. Come una piantina a cui non basta essere annaffiata ogni tanto per crescere: sono necessarie cure specifiche, nonché attenzioni amorevoli.

In questo viaggio straordinario puoi non essere da sola/o. È molto importante scegliere i giusti alleati, professionisti della crescita e dell’apprendimento che aiutino tuo figlio a sviluppare fiducia nelle sue potenzialità e competenza nello studio.

“Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio”.

www.associazionepuntouno.net

Corsi per ragazzi e adulti: scopri i nostri OPEN DAYS

Corsi per ragazzi e adulti: sei un genitore che desidera aiutare il proprio figlio nello studio, oppure un adulto che ha bisogno di implementare le proprie conoscenze, per questioni personali e/o lavorative?

Se già fai parte di Associazione PuntoUno, forse hai sperimentato i corsi o gli incontri che da anni proponiamo e portiamo avanti con professionalità ed efficacia. In questo articolo ti illustreremo la bella opportunità che mettiamo a tua disposizione anche quest’anno per mezzo degli OPEN DAYS.

E se ancora non ci conosci, ma hai comunque una minima conoscenza e consapevolezza del valore di un corso BEN STRUTTURATO, questo articolo fa sicuramente per te perché ti aiuterà a dipanare eventuali dubbi al riguardo. Questo è da sempre il nostro intento: aiutare le persone a scegliere il meglio ai fini della formazione, seria ma anche giocosa. A tutte le età.

Corsi per ragazzi e adulti: quello che abbiamo preparato per te

Forse stai leggendo per pura curiosità, o magari hai un’idea super precisa di quello che vuoi. In ogni caso, benvenuto! questo è il posto giusto per te! 🙂

Abbiamo già preparato e strutturato gli OPEN DAYS per quanto riguarda molteplici corsi. Ci saranno incontri di inglese organizzati in maniera da potersi rivolgere a bambini e ragazzi, di teatro e psicodramma, nonché di Yoga Mindfulness.

CLICCA QUI e scopri i corsi per ragazzi e adulti a cui puoi partecipare.

Li abbiamo pensati e strutturati con passione e amore, supportati dall’esperienza di tanti anni di lavoro. In Associazione PuntoUno bambini e bambine, ragazzi e ragazze, uomini e donne, (ri)trovano il desiderio e la gioia di mettersi in gioco, aumentando rapidamente le proprie gratificazioni e, di conseguenza, migliorando anche i risultati personali, professionali e scolastici.

Anche quest’anno mettiamo a disposizione un servizio mirato per bambini e ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA).

Aiutare tuo figlio, costruire il suo futuro

Pensa a come sarà bello poter aiutare tuo figlio, affidandolo a professionisti che hanno a cuore la sua persona in un ambiente non giudicante. Un ambiente in cui si diverte, socializza, “impara a imparare”. Tuo figlio riuscirà a essere più sereno, i vantaggi sull’autostima nel lungo periodo saranno evidenti. E quelli sull’umore… si paleseranno a te ancor prima! 😉

Dover fare delle scelte di ordine pratico è sempre una responsabilità, soprattutto quando si tratta del futuro del proprio figlio o della formazione individuale e personale, magari per motivi di lavoro. La Conversation per adulti è organizzata in incontri individuali.

Ecco perché, con gli OPEN DAYS, speriamo di semplificarti la vita. Potrai vedere con i tuoi occhi come sono organizzati e fare tutte le domande che vuoi ai nostri professionisti.

Gli OPEN DAYS risolvono infatti in maniera pratica la necessità di compiere delle scelte consapevoli e intelligenti, che andranno a influire sul futuro tuo e di tuo figlio. Con Associazione PuntoUno… in meglio, ovviamente! 😉

Per assicurarsi la propria presenza agli OPEN DAYS, è assolutamente necessario contattarci in maniera preventiva. L’organizzazione è importante!

Non perdere questa occasione. Non rinunciare alla qualità di Associazione PuntoUno e preparati a vivere un nuovo anno PositivaMente.

Ti aspettiamo da Lunedì 17 settembre a Venerdì 28 settembre 2018

Prenota la tua lezione di prova gratuita chiamando lo 02-37072105

o inviando una e-mail a: info@associazionepuntouno.net

Imparare l’inglese in modo più facile e divertente

Imparare l’inglese?

Le motivazioni che ti spingono ad approfondire la conoscenza di questa bella lingua, parlata ormai in tutto il mondo, sono sicuramente molteplici. A scuola è molto richiesta, a partire dalle elementari, ma anche in moltissimi altri ambiti.

Se tuo figlio ha necessità di imparare questo idioma, sappi che con Associazione PuntoUno avrà la certezza di essere seguito con amore, professionalità e dedizione. Non ti capiterà più di sentirti dire “mamma, non ho voglia di studiare l’inglese.”

Questa lingua è davvero tanto importante e aprirà molte porte nel futuro di tuo figlio. Può impararlo in diversi modi: quelli difficili e quelli più semplici. Noi lo aiutiamo con insegnanti professionisti e qualificati, e in maniera molto pratica, ma anche giocosa, così che l’apprendimento sia il più semplice possibile. Molto meglio, no? 🙂

Imparare l’inglese in modo facile e divertente non è impossibile, anzi. Non si tratta neanche di magia. Lo sappiamo che magari le hai provate tutte con tuo figlio, ma non è colpa tua e neanche sua se l’inglese è rimasto una materia ostica. Cara mamma, caro papà, voi fate già tanto per i vostri figli. Non potete pensare a tutto! E allora lasciate che si occupino i professionisti di Associazione PuntoUno dell’inglese di vostro figlio.

Imparare l’inglese, il metodo che funziona

Il metodo che funziona? NON ESISTE!

O meglio, certo che esiste, ma deve essere strutturato intorno a tuo figlio e in base alle sue peculiarità e punti di forza.

Abbiamo già preparato e strutturato gli OPEN DAYS per quanto riguarda molteplici corsi. Ci saranno incontri di inglese per i bambini e i ragazzi, di teatro e psicodramma, nonché di Yoga Mindfulness.

CLICCA QUI e scopri i corsi per ragazzi e adulti a cui puoi partecipare.

Li abbiamo pensati e strutturati con passione e amore, supportati dall’esperienza di tanti anni di lavoro. In Associazione PuntoUno bambini e bambine, ragazzi e ragazze, uomini e donne, (ri)trovano il desiderio e la gioia di mettersi in gioco, aumentando rapidamente le proprie gratificazioni e, di conseguenza, migliorando anche i risultati personali, professionali e scolastici.

I corsi sono anche per adulti… fino ai 99 anni di età!

Gioco, motivazione, scambio di idee

Il metodo non è cattedratico, ma basato sullo sviluppo della creatività, dell’intelligenza e dello scambio di idee parlando direttamente con tutti gli altri membri del corso. I corsi sono divisi in piccoli gruppi, in maniera da poter seguire tutti con la dovuta cura e attenzione.

I corsi che proponiamo sono i seguenti, suddivisi per età (dai più piccini ai più grandi). Alla fine del corso, tuo figlio sarà abituato a seguire discorsi in inglese, cogliendo il senso delle frasi anche senza conoscere il significato di ogni singola parola: un’abilità indispensabile per imparare qualsiasi lingua.

Dover fare delle scelte di ordine pratico è sempre una responsabilità, soprattutto quando si tratta del futuro del proprio figlio o della formazione individuale e personale. La English Conversation Adulti sarà strutturata in incontri individuali.

Attraverso gli OPEN DAYS speriamo di semplificarti la vita. Potrai vedere con i tuoi occhi come sono strutturati e fare tutte le domande che vuoi ai nostri professionisti.

Gli OPEN DAYS risolvono infatti in maniera pratica la necessità di compiere delle scelte consapevoli e intelligenti, che andranno a influire sul futuro tuo e di tuo figlio. Con Associazione PuntoUno… in meglio, ovviamente! 😉

Come partecipare?

Per assicurarsi il proprio posto ai corsi di inglese e agli Open Days è assolutamente necessario contattarci in maniera preventiva. L’organizzazione è importante!

Non perdere questa occasione. Non rinunciare alla qualità di Associazione PuntoUno e preparati a vivere un nuovo anno PositivaMente.

Per gli studenti sono attivi la preparazione per le certificazioni First Certificate in English (FCE) e Key English Test (KET), e il Supporto alla materia scolastica (incontri individuali o in piccoli gruppi).

Anche quest’anno mettiamo a disposizione un servizio mirato per bambini e ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA).

Prenota la tua lezione di prova gratuita chiamando lo 02-37072105

o inviando una e-mail a: info@associazionepuntouno.net

Disturbi specifici di apprendimento: niente panico, leggi qui!

Disturbi specifici di apprendimento?

Cara mamma e caro papà, la prima cosa che non dovete mai dimenticare è che il Disturbo Specifico di Apprendimento NON È UNA MALATTIA.

I bambini a cui viene diagnosticato hanno semplicemente un modo diverso di apprendere, ma non c’è assolutamente alcun deficit cognitivo.

È un po’ come per i mancini: penseresti mai che una persona abbia carenze a livello intellettivo solo perché si trova meglio nell’usare la mano sinistra anziché la destra?

No, vero?

In questi casi è indispensabile trasmettere anche a tuo figlio che non gli manca proprio niente rispetto ai coetanei, anzi.

Sottolineiamo questo aspetto in quanto, a volte, si sottovaluta l’estrema sensibilità di un bambino o un ragazzo in fase di sviluppo, assumendo involontariamente comportamenti che possono ledere la sua autostima.

Probabilmente, e in maniera del tutto giustificata, stai cercando il modo giusto per approcciarti al modo di imparare di tuo figlio.

Hai ascoltato (giustamente) i pareri degli insegnanti e degli specialisti sui disturbi specifici di apprendimento, ma rientri in quella numerosa cerchia di mamme e papà che ancora si sentono confusi e smarriti. Perché non siete sicuri che l’approccio che usa l’insegnante, molto classico e a tratti perfino cattedratico, sia l’ideale.

È molto importante che tuo figlio venga aiutato nei compiti e che ciò avvenga tenendo conto del suo personale metodo di apprendimento.

Cari genitori, lo sappiamo: laddove vorreste continuare a sentirvi una guida per vostro figlio, i dubbi e lo spaesamento potrebbero bloccarvi e farvi sentire inadeguati.

Trovare il metodo giusto per seguire tuo figlio non è un compito che, tuttavia, spetta direttamente a te. Essere un bravo genitore non significa occuparsi di tutto o nutrire immotivati sensi di colpa. Anche tu, genitore, hai diritto a essere aiutato in questa avventura. Ecco perché consigliamo sempre di farsi aiutare mediante la collaborazione di professionisti del settore. In Associazione PuntoUno troverai personale qualificato nel far fronte a ogni specifica necessità.

Magari prima che a tuo figlio venisse diagnosticato il DSA non ne avevi mai sentito parlare. Magari ancora oggi le tue conoscenze sui disturbi specifici di apprendimento sono ancora un po’ limitate. Ma, caro genitore, credici: è perfettamente normale! A questo si aggiungono problemi di ordine pratico, legati fondamentalmente alla mancanza di tempo. Conduci una vita particolarmente stressante, giusto?

La sensazione di non riuscire ad aiutare adeguatamente il proprio figlio è perfettamente normale. Ma ora hai una valida alternativa al tuo senso di disagio: puoi chiedere aiuto a noi di Associazione PuntoUno!

Affidando tuo figlio a noi di Associazione PuntoUno, sarai certo che sarà seguito da professionisti che lo aiutano a imparare rispettando il ritmo e lo stile di apprendimento. In questo modo tu e il tuo bambino, o ragazzo, recupererete serenità e uno stile di vita più rilassato. L’obiettivo è che non rimanga mai indietro rispetto ai compagni, evitando anche le temute “prese in giro” tipiche degli anni adolescenziali.

A volte i ragazzi e i bimbi con disturbi specifici di apprendimento vengono erroneamente additati come “favoriti” degli insegnanti da parte dei compagni o persino (purtroppo…!), dei genitori di questi ultimi. Ciò accade perché l’approccio dei docenti è consono al metodo di apprendimento, conseguentemente verifiche e interrogazioni dei ragazzi con disturbi specifici di apprendimento sono solitamente diverse da quelle dei compagni.

Noi di Associazione PuntoUno teniamo nella dovuta considerazione anche questo aspetto, aiutando tuo figlio a vivere con consapevolezza, autostima e serenità il proprio percorso di apprendimento anche in contesti scolastici che possono divenire a tratti ostili.

I posti disponibili sono davvero pochi, proprio perché seguiamo i ragazzi con grande cura, passione e dedizione. L’anno precedente è capitato che alcuni genitori siano rimasti delusi dal fatto che le iscrizioni fossero già chiuse perché complete.

Contattaci subito.

Iscrivi tuo figlio, sarà per lui un grosso aiuto per sviluppare un metodo di studio efficace ed efficiente e ritrovare motivazione e autostima.

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ:

info@associazionepuntouno.net Tel. 02 37072105