19 aprile 2017, Sessione aperta di Psicodramma al PuntoUno – Punto per Punto

Sessione Aperta di Psicodramma "Io, te e la strada"

“Io, te e la strada” è il titolo di una canzone di Diego Mancino e DJ Aladyn ma non solo: sarà il tema della sessione aperta di psicodramma che si terrà il giorno 19 aprile 2017, dalle 20:00 alle 22:00, presso la colorata sala di Associazione PuntoUno in via Faruffini 6 a Milano.
Sotto la guida della psicoterapeuta e psicodrammatista Annalisa Corbo, si inizierà e finirà un lavoro puntuale, in piccolo gruppo, squisitamente psicologico e sociale, legato al tema della sessione. Si utilizzeranno tecniche ispirate al teatro e si sperimenterà in modo completo un nuovo modo di guardarsi.
Possono partecipare tutti coloro che lo desiderano, a patto che abbiano compiuto 18 anni. Necessari abiti comodi, si lavora senza scarpe.

Le prenotazioni sono aperte e si chiuderanno mercoledì 12 aprile 2017.
Per info e iscrizioni: info@annalisacorbo.net oppure info@associazionepuntouno.net

Il Prossimo Passo Verso la Felicità – Punto per Punto

Cos’è la felicità? Quali sono gli ingredienti di una vita felice? È possibile essere felici in un mondo così complesso?
Per il 12 marzo, i nostri pedagogisti e psicologi hanno preparato una Giornata di Formazione e Crescita Personale dal titolo Il Prossimo Passo Verso la Felicità. Il corso sarà tenuto da Valentina Spignoli e Annalisa Corbo, e fornirà ai partecipanti strumenti pratici per raggiungere i propri obiettivi, permettendo di sviluppare e riconoscere risorse che li aiutino nella gestione del tempo, nell’affrontare lo stress e nell’avvicinarsi alla più profonda comprensione del proprio unico e personale modo di essere felici.
L’evento si terrà nelle sale di Associazione PuntoUno, in via Faruffini 6 a Milano (MM1 De Angeli), dalle 9:30 alle 18:30.
Per partecipare alla giornata è necessario prenotare e chi si iscrive entro lunedì 20 febbraio godrà dell’offerta Early Bird.
Per saperne di più cliccate qui. Contatti:
 0237072105 o mail info@associazionepuntouno.net
E ora, gustatevi il trailer qui sopra!

Chi ha paura dell’errore? – Punto per Punto

Gomma per cancellare

Ieri pomeriggio si è tenuta la prima Officina dei Compiti dell’anno 2016-2017, il servizio di Associazione PuntoUno che accompagna i ragazzi delle scuole medie a uno studio costante, consapevole e autonomo.
Tra i partecipanti, un ragazzino vivace e creativo si è apprestato a svolgere i compiti di grammatica italiana scrivendoli a matita.
Gli ho chiesto perché preferisse lo strumento a grafite rispetto alla penna a sfera e lui mi ha risposto: “Così quando sbaglio faccio prima a cancellare”.


“L’errore incute terrore negli studenti di tutte le età”


L’accaduto mi ha spinto a riflettere nuovamente sull’errore e sul terrore che incute negli studenti di tutte le età, tanto da dover essere non solo stigmatizzato (e, per non farsi mancare nulla, si redarguisce chi lo ha commesso), ma anche rimosso, atomizzato, bandito per sempre dalla realtà del foglio.
Non ricordo più dove, ma ho sentito una frase del tipo: “Se riesco a descrivere una cosa, mi fa meno paura”. Non so se fosse proprio così, ma mi suona e mi piace, quindi metto nero su bianco l’oggetto di tanto timore.

Errore: Allontanamento dai principi logici, dalle cognizioni o dalle regole comunemente accettate. (Dizionario della Lingua Italiana, Sabatini Coletti)

Ora, nel XVI secolo, l’astronomo polacco Niccolò Copernico dimostrò con procedimenti matematici l’idea eliocentrica e formulò la sua teoria, pubblicata nel libro “Delle rivoluzioni dei corpi celesti”. Il sistema copernicano, articolato nei suoi sette postulati, non solo era all’opposto della teoria geocentrica “comunemente accettata”, ma ebbe un effetto dirompente sul pensiero religioso e filosofico. Il termine stesso “rivoluzione” passò, dall’indicare esclusivamente il moto dei corpi celesti, al significato che gli attribuiamo oggi parlando abitualmente.
Tutto questo per dire che errare, nel senso di “Andare qua e là senza direzione o meta certa”, quindi di addentrarsi nell’ignoto e scoprire cose nuove, così come nel significato di sviarsi e commettere un errore, rappresenta anche una ricchezza da non sottovalutare. Pensiamoci quando vediamo i nostri figli che cancellano come forsennati per rimuovere i propri errori dai quaderni dei compiti e dalla futura memoria.

Max & il Team di Associazione PuntoUno

Yoga Mindfulness: corpo, mente ed emozioni in equilibrio – Punto per Punto

corso-yoga-mindfulness

L’antica disciplina dello Yoga è ormai ampiamente diffusa nella nostra cultura. I diversi insegnanti lo propongono enfatizzandone gli aspetti più in sintonia con la propria indole. Lo Hatha Yoga praticato in Associazione PuntoUno è costituito da un insieme di tecniche per tonificare il corpo in maniera dolce, senza forzature ed evitando di farsi male, sviluppando al contempo la capacità di abbandonare le tensioni muscolari nocive.


“I pensieri sono meno pressanti, le emozioni si equilibrano”


Il respiro viene posto al centro di tutte le lezioni come strumento per aumentare la forza e purificare il corpo, imparando anche a gestire la propria sfera emotiva. Una seduta di Hatha Yoga rigenera e rilassa profondamente: il corpo diventa leggero, i pensieri sono meno pressanti, le emozioni si equilibrano.


“Vivere in maniera più piena e consapevole ogni istante”


La Mindfulness, diversamente dallo Yoga, è una pratica moderna. Affonda le proprie radici, però, nella filosofia buddista. Si prefigge lo sviluppo dell’attenzione al momento presente, al qui e ora, come strumento per imparare a gestire lo stress, vivendo in maniera più piena e consapevole ogni singolo istante della vita. È apprendere a orientare la propria attenzione per osservare con atteggiamento contemplativo ciò che accade dentro di noi e attorno a noi.


“Un approccio realmente globale al benessere della persona”


Il nostro corso Yoga Mindfulness prevede l’armoniosa fusione di queste due visioni, offrendo un approccio realmente globale al benessere della persona, replicabile in maniera proficua nel quotidiano per migliorare la relazione con il corpo, con la mente e con le emozioni. Vengono alternati esercizi prettamente fisici, praticati con l’Attenzione e il Respiro, a esercizi focalizzati maggiormente sulla presenza mentale, con atteggiamento meditativo: respirare, mangiare, camminare, ascoltare consapevolmente.
In occasione degli Open Days di Associazione PuntoUno, che si terranno da lunedì 26 a venerdì 30 settembre 2016, è possibile partecipare a una prova gratuita del nostro corso di Yoga Mindfulness. Vi aspettiamo giovedì 29 settembre, per sperimentare insieme in un’atmosfera rilassata e allegra.
Per prenotare la vostra prova gratuita, e per scoprire le altre attività del PuntoUno, date un’occhiata alla pagina dedicata sul nostro sito. Cliccate qui e navigate.

Il Team di Associazione PuntoUno

Parla inglese al PuntoUno che ti passa la paura – Punto per Punto

corsi english 2016-2017In  Associazione PuntoUno incontriamo tanti ragazzi e ragazze, uomini e donne, brillanti e pieni di interessi, che giungono da noi per migliorare il proprio inglese.
“Ordina tu la Coca Cola, dai. Si dice: May I have a Coke, please?”; “Aiuto, mi ascolta un madrelingua: non ce la farò mai.”; “L’avevo proprio in testa questa frase, ma non riesco a dirla”; “L’interrogazione d’inglese è andata male, eppure avevo studiato tutte le regole.”, “Noo! È arrivato il collega da Londra. Con lui l’inglese non lo parlo!”.
Siamo certi che in queste frasi possano identificarsi anche tanti giovani e adulti la cui vita si sta orientando verso nuove sfide, come l’inizio di un corso di studi, un nuovo lavoro, la comparsa all’orizzonte di esami e di certificazioni molto importanti per il curriculum (il Key English Test, o Ket, per esempio), oppure la necessità di confrontarsi con colleghi all’estero.


“Il problema più grande è il timore di sbagliare e di essere giudicati”



Nella nostra esperienza pluriennale ci siamo resi conto del fatto che il problema più grande è il timore di sbagliare e di essere giudicati. Si ha paura di parlare in inglese. Si ha paura di mettersi in gioco, di “buttarsi”.
Le lacune specifiche nella costruzione delle frasi, le incertezze grammaticali e un vocabolario da ampliare sono dei problemi che risolviamo nei nostri corsi, certo. Senza self confidence e self esteem, però, tutto ciò non basta.


“Da noi si impara una nuova lingua con il fare”


Abbiamo risposto a questa sfida con una serie di percorsi, di gruppo e individuali, basati sul metodo di Associazione PuntoUno. Da noi si impara una nuova lingua con il fare, conversando, creando e giocando in un contesto logico che stimola la comprensione, la curiosità e la consapevolezza nell’apprendimento. Questo approccio favorisce la fiducia in se stessi, evitando la creazione del blocco mentale fondato sulla paura di commettere errori e sull’imbarazzo di parlare un’altra lingua.
Prima di tutto, mettiamo ragazzi e adulti nella condizione di non temere di parlare in una lingua straniera, l’inglese in questo caso, ma di sentirsi a proprio agio e di “entrare in partita”, buttandosi nella conversazione. Lo facciamo anche integrando il più possibile ogni lezione con i loro interessi e la loro quotidianità.


“Impostiamo ogni lezione attorno a situazioni di problem solving, giochi e attività pratiche”


Accanto a ciò, impostiamo ogni lezione attorno a situazioni di problem solving, giochi e attività pratiche. In questo modo, l’attenzione dei nostri promettenti corsisti non è focalizzata sulle difficoltà della lingua, bensì sulla ricerca creativa delle soluzioni, stimolata dal fatto che l’inglese viene impiegato per compiere delle azioni in contesti reali. E qui entra in campo il terzo ingrediente dei nostri corsi: l’aspetto ludico e divertente della lezione.
Supportati in questo modo, ragazzi e ragazze, uomini e donne, ritrovano il desiderio e la gioia di mettersi in gioco, aumentando rapidamente le proprie gratificazioni e, di conseguenza, migliorando anche i risultati personali, professionali e scolastici nella lingua inglese.
Felici e forti di questi traguardi, vi ricordiamo che, da lunedì 26 a venerdì 30 settembre, si terranno in Associazione PuntoUno gli Open Days dei corsi per bambini, ragazzi e adulti. Per sapere quando prenotare la vostra prova gratuita, e per scoprire le altre attività del PuntoUno, date un’occhiata alla pagina dedicata sul nostro sito. Cliccate qui e navigate.

Il Team di Associazione PuntoUno